IN BREVE...

  • Rimuovere l'oro
  • Fare la pulizia dei reni
  • Prendere il programma rimozione metalli
  • Fare il programma intestinale
  • Fare lo zapper
  • Fare le pulizie del fegato

Il sovrappeso e l’obesità sono due problemi diversi. Effettivamente io non ho la risposta a nessuno dei due, o meglio ho solo una parte della risposta.

Nell’obesità femminile sono coinvolte le ovaie, il pancreas e la tiroide. Forse anche le ghiandole surrenali, il punto di sazietà del cervello e il fegato. Oppure la causa è data da un accumulo di oro in tutti questi organi. Quando si pesa circa 150 kg è naturale che alcuni organi non funzionino bene. Provate vari tipi di alimentazione ma non una dieta da fame.

La causa non è il fatto che mangiate troppo. Cercate di togliere tutto l’oro; i denti d’oro, i gioielli e gli anelli. Sostituiteli con delle varietà non di metallo. Togliete anche l’oro dai vostri tessuti con l’acido tiotico (2 o 3 capsule al giorno per vari mesi ). Accertatevi che i reni siano in grado di secernere l’oro anziché trasformarlo in cristalli facendo una pulizia dei reni. L’oro si accumula nel pancreas, nel cervello (magari in un centro di controllo) e nelle ovaie (dove provoca l’infertilità). Cercate inoltre di pulire il corpo da tutti i batteri e i parasiti usando lo zapper regolarmente. Usate il programma intestinale (vedi pag. 488) per sconfiggere l’ultima shigella. State molto attenti ad evitare prodotti non sterili. Provate a pulir il fegato. Fate uscire circa 3000 calcoli.

Accertatevi di mangiare a sufficienza del cibo nutriente; fate del succo di carote e di verdure; non usate bevande commerciali. Evitate il cibo ammuffito – non rischiate. Se seguite tutte queste indicazioni e riuscite ad arrivare alla condizione di soprappeso semplice, regalatevi un premio.

Il sovrappeso è legato ad una carenza di energia. Il vostro cibo si trasforma in grasso anziché trasformarsi in energia. Questa decisione a non produrre energia viene presa fondamentalmente dal fegato, ma forse anche da altri organi.

Provate a pulire il fegato (vedi pag. 493) finchè non ci saranno più calcoli: fatene uscire circa 2.000. Notate che man mano che il fegato si pulisce avrete più energia. Alcune pulizie hanno effetti enormi. Altre no. Questo suggerisce che una certa parte del fegato è la responsabile. Poco tempo dopo la pulizia – nel giro di una settimana – riavrete la stessa sensazione di stanchezza. Ma durante quella settimana avrete provato la differenza. Il vostro corpo si sentiva leggero. L’addome era duro, come fosse di nuovo una parte di voi. La vostra mente non era focalizzata tutto il giorno sul cibo. E’ molto semplice perdere peso, in effetti è possibile perdere due, tre chili in questi giorni senza fare alcuna dieta o esercizio fisico. E’ vero la capacità del vostro corpo da tempo perduta di regolare il peso corporeo è tornata. Ma poi scompare. Per fortuna un po’ del peso perso non ritorna e ripetendo le pulizia (solo una volta ogni due settimane, però) riuscite a liberarvi dei chili che volete e a guadagnare energia in modo permanente.

Provate ad aumentare i vostri movimenti intestinali. Notate come i gatti e i cani paiono ottenere energia dal fatto di svuotare il loro intestino. Un gatto dopo aver svuotato l’intestino e aver coperto tutto, salta dalla lettiera e corre via. Ha un umore giocoso. Un agente chimico del nostro corpo. L’acetilcolina, ha un ruolo fondamentale nello svuotamento dell’intestino. L’acetilcolina è un operatore necessario per molti dei nostri muscoli. C’è forse un problema nel nostro metabolismo dell’acetilcolina nel caso di condizioni di sovrappeso?

Persuadete il vostro corpo a rilasciare più acetilcolina, perlomeno negli intestini, usando un lassativo alle erbe come la cascara sagrada. Altre varietà sono anch’esse utili, ma non usate un lassativo medicinale: questo appesantisce ulteriormente il fegato. Cercate di avere tre movimenti intestinali al giorno. I batteri della shigella approfittano di una costipazione molto forte. Immediatamente il corpo si sente pigro, l’addome si sente scollegato o sporgente. Iniziate a provare una fame incredibile. Accertatevi che i latticini siano sterili. Fate lo zapping quando avete dei dubbi e poi seguite il programma intestinale.

L’esercizio fisico aiuta sempre. La dieta stretta funziona sempre. Ma ecco dove sta il problema. Quando vi fermate perdete terreno. Perché queste soluzioni non risolvono i problemi causati da un metabolismo inefficiente. Far aumentare i livelli della tiroide aiuta ma può essere pericoloso. Far aumentare i livelli della tiroide in modo naturale, togliendo le tossine, è un metodo molto efficace – sempre che questo livello fosse troppo basso in precedenza. Le persone in soprappeso spesso hanno una temperatura corporea bassa, e questo indica che la tiroide è coinvolta: produce troppo poco. Ma dare al corpo della tiroide extra non risolve il problema. Risolve solo temporaneamente il problema del resto del corpo. La tiroide conterrà dei virus e dei metalli pesanti. Il metallo contenuto nella vostra bocca scivola verso lo stomaco passando molto vicino alla tiroide. Forse non riesce ad assumere iodio. Il cloro dell’acqua e il bromo contenuto nel pane possono inibire l’assorbimento dello iodio da parte della tiroide. Dopotutto, sono tutti alogeni e si combinano quindi con i metalli. Smettete di mangiare il pane sbiancato e filtrate il cloro presente nell’acqua che bevete. Se questo fa aumentare la temperatura del vostro corpo potete aspettarvi un migliore controllo del peso.

L’erba tradizionale, il fucus, veniva usata per curare i problemi di tiroide (e di sovrappeso) nei giorni in cui la medicina era a base di erbe. Gli erboristi scoraggiavano decisamente l’uso di iodio puro. Il fucus, dicevano, era molto più efficace. Vedi ricette.

Se tutti questi provvedimenti non funzionano per voi, provando avrete almeno migliorato la vostra salute.

Ci sono alcuni vantaggi nel fatto di essere sovrappeso. Le persone in sovrappeso pare sopportino meglio la malattia. Ridono di più. Ma uno sguardo allo specchio o alla bilancia rovina tutto.Buttate via gli specchi e le bilance. Non rovinatevi la vita. Fate uno sforzo ragionevole e lasciatevi andare. Godete della vostra permanenza su questo pianeta
.
Il sottopeso può essere difficile da correggere quanto il sovrappeso. Una volta che lo stomaco è stato abituato a essere “pieno” o “sufficientemente pieno” anche solo dopo qualche boccone, è difficile guarire. La salmonella si trova spesso nelle pareti dello stomaco. La Giardia ed altri parassiti comuni che non appartengono allo stomaco, vi si trovano nei casi di sottopeso.

Lo stomaco è invaso da batteri e parassiti quando la sua immunità è bassa. Il colpevole comune è il metallo contenuto nei denti che si riversa continuamente nello stomaco. Togliete ogni pezzetto di metallo dalla bocca. Non cucinate o mangiate con stoviglie o posate di metallo. Stimolate il vostro appetito con le vitamine del gruppo B. Ancora una volta il fegato gioca un ruolo importante. Se è intossicatola una muffa, può dirvi di non mangiar più e il corpo ubbidisce.

La perdita di peso è uno stadio del cancro. Si chiama cachessia. La vittima crede di mangiare a sufficienza. Magari non ha neppure poco appetito. Eppure il peso cala regolarmente. Questo problema metabolico è stato studiato scientificamente. Un agente chimico, il solfato di idrazina (solo su ricetta), può aiutare a invertire il processo, ma solo fino ad un certo punto. Usatene 65 mg. Tre volte al giorno per 30 giorni. Magari una lezione presa dal metabolismo in stato di cachessia potrebbe essere applicata all’obesità. Chi soffre di cachessia, deve usare degli integratori ad alto contenuto calorico, ma non usate quelli in scatola che sono inquinati – spesso dallo stesso solvente che peggiora la malattia. Invece fatevi uno zabaione: mezza tazza di latte bollito, un quarto di tazza di panna da montare bollita, un uovo crudo (lavate attentamente la parte esterna), un cucchiaino di olio d’oliva, una banana, del miele, della cannella, chiodi di garofano e noce moscata, per insaporire. Mescolate tutto in un mixer. Bevetene una tazza al giorno. Variate la ricetta per mantenerla gustosa al vostro palato.

Se tutto questo fallisce, siate contenti per aver ottenuto un miglioramento della vostra salute e focalizzatevi su un altro progetto. Anche essere sottopeso non è poi così male.

(tratto dal libro: “La Cura di tutte le Malattie”; Copyright Macro Edizioni; p. 227)

<?php echo JText::_( 'TPL_CLARK_DONATION' ); ?>

Donate

I nostri servizi sono svolti da volontari che offrono gratuitamente il loro tempo.
Sarebbe molto apprezzata una donazione minima di €3.00 o più per aiutarci a coprire le spese. Grazie!

TPL_CLARK_THUMB_UP