La malattia terminale non è mai così lontana dal coma da potersi permettere di lasciarlo “fuori dalla vostra mente”. Un giorno il paziente, che forse il medico clinico ha già dato per perso, dorme molto bene. Sta andando verso il coma, oppure il suo corpo ammalato sta cercando di compensare le passate notti insonni e in realtà sta cercando di guarire?

Per rispondere a questa domanda, cercate l’acetilcolina e l’epinefrina al cerebrum o al vetrino di cervello intero. Dovrebbero entrambe essere Positive per lo stato vigile. Se entrambe o una mancano per più di un minuto, cercate la presenza di triptofano, melatonina, prioni, e grasso per cuscinetti a sfera nel LCS (liquido cerebrospinale), al cerebrum e nella ghiandola pineale. Potreste aspettarvi di trovare grasso per cuscinetti a sfera, il che impedirebbe a entrambi i neurotrasmettitori di essere fabbricati o usati. Potreste aspettarvi di trovare prioni dappertutto, il che impedirebbe la presenza di neurotrasmettitori. Potreste aspettarvi di trovare melatonina dappertutto, come se il paziente fosse addormentato. Ma se il triptofano è Positivo, cercate l’insufficienza epatica. Non dovrebbe esserci triptofano nel cervello.

La possibilità più grave è l’insufficienza epatica. Se il fegato si è trasformato in un letto di funghi Aspergillus e/o Penicillium, non c’è un minuto da perdere. Se uno o entrambi i funghi sono nel fegato sinistro (o in qualsiasi altra zona del fegato), i metalli rame, cobalto, cromo, nichel probabilmente sono lì. Usate immediatamente gocce-per-togliere ciascuno di questi metalli da ciascuna parte del fegato, anche nel caso in cui siano state testate soltanto 1 o 2 zone.* Prima di tutto date le gocce-per-togliere il rame, perché questo da solo riesce a già a liquidare il Penicillium. E assicuratevi anche di trattare anche i reni e i loro globuli bianchi con gocce-per-togliere i metalli pesanti. Se non lo avete ancora fatto, prendetele immediatamente. Se i reni sono intasati di grasso per cuscinetti a sfera, contemporaneamente assumete gocce anche per togliere questo grasso. Non potete permettervi di aspettare che agisca il DMSO.

Dal momento in cui i funghi cominciano a impadronirsi del fegato, l’usuale conseguenza è la produzione di aflatossina nel fegato, che in qualche giorno si diffonde ad altri organi e al sangue. Ciò inibisce la bilirubina ossidasi, sicché adesso la bilirubina si accumula nel fegato e nel sangue. Togliete immediatamente l’aflatossina da ognuna delle zone del fegato e dal sangue. Fate un test del sangue per monitorare la bilirubina. Se non la prendete proprio gli inizi, il bianco degli occhi diventerà giallastro.

La bilirubina ossidasi può essere inibita anche dal colorante Sudan nero o dal cobalto nel fegato. Se sono presenti, rimuovete entrambi da tutte le parti del fegato. L’insufficienza epatica può presentarsi, a parte che per l’itterizia, anche a causa del cobalto. Il cobalto inibisce la parte iniziale (glicolisi) dell’utilizzazione degli alimenti, sicché il fegato si trova privo di energia per mancanza di nutrimento.
Cercate un eventuale accumulo di fruttosio nella saliva e nel fegato, ulteriore prova di blocco epatico: non dovrebbe essere Positivo.

Qualunque sia la causa dell’insufficienza epatica, il risultato può essere la perdita della capacità di usare il triptofano. L’organismo riesce ancora a digerire le proteine per fabbricare triptofano, ma usare il triptofano è un processo diverso, più difficile. Dovrebbe essere usato per fabbricare neurotrasmettitori. Invece se ne rileva un accumulo nel sangue, nel fegato e nel liquido cerebrospinale. Il triptofano induce uno stato di sonno soporoso, indipendentemente dall’ora della giornata. Se ne rilevate la presenza, cercate immediatamente tutte queste cause, e fate anche gocce omeografiche per-togliere il triptofano dal LCR (liquido cefalo-rachidiano), per evitare il coma.

La sonnolenza può essere causata da eccesso di melatonina, rilevata alla saliva, al sangue, e al LCR. È la ghiandola pineale che la sta producendo in eccesso. Cercate i metalli pesanti nella ghiandola pineale, e specialmente il nichel. Il grasso per cuscinetti a sfera nella ghiandola pineale e nei suoi globuli bianchi apporta nichel e altre tossine. Togliete immediatamente dalla pineale e dai suoi globuli bianchi ciascuna di queste tossine. E assumete anche DMSO, la solita dose di ¼ di cucchiaio da tè (15 gocce, nota del traduttore) in mezza tazza d’acqua (120 ml), per rimuovere il grasso o l’olio per motori. Testate le stesse tossine ai reni e ai globuli bianchi dei reni, e contemporaneamente toglietele con le gocce omeografiche per-togliere. Dopo un giorno testate per vedere se la melatonina si è ridotta. Se al secondo giorno la sonnolenza persiste e la melatonina è ancora presente, toglietela direttamente dal sangue e dal LCR un giorno per volta (un giorno dal sangue, un giorno dal LCR, n. d. traduttore). Testatela ogni giorno, altrimenti rischiate di attivare l’insonnia. Se la sonnolenza continua cercate l’eventuale persistere di cobalto o di nichel nella pineale.

(dal libro: “The Prevention of all Cancers”, pp. 365-366; Copyright)

<?php echo JText::_( 'TPL_CLARK_DONATION' ); ?>

Donate

I nostri servizi sono svolti da volontari che offrono gratuitamente il loro tempo.
Sarebbe molto apprezzata una donazione minima di €3.00 o più per aiutarci a coprire le spese. Grazie!

TPL_CLARK_THUMB_UP