I funghi (o miceti) fanno parte di un grande gruppo di organismi eucarioti (piante, animali, funghi). I funghi comunque sono classificati come un regno separato per il fatto che la loro struttura cellulare è diversa dalle piante e dai animali. Include microrganismi come i lieviti (unicellulari) e le muffe (multicellulari).

Alcune muffe causano malattie o deterioramento degli alimenti, altre svolgono un ruolo importante nella biodegradazione o nella produzione di vari cibi, bevande, antibiotici ed enzimi.

Come tutti i funghi, le muffe derivano energia non dalla fotosintesi ma dalla materia organica in cui vivono. Svolgono una funzione fondamentale causando la decomposizione del materiale organico, rendendo possibile il riciclo dei nutrienti in tutto l’ecosistema. Molte muffe secernono anche micotossine che, insieme con gli enzimi idrolitici, inibiscono la crescita di organismi concorrenti.

Benché dappertutto in natura le muffe crescano su materia organica morta, la loro presenza è visibile a occhio nudo solo quando le colonie di muffe sono già diventate molto numerose.

Molte muffe possono cominciare a crescere a 4°C (39°F), la temperatura tipica di un frigorifero, o a meno. Quando le condizioni non ne permettono la crescita, le muffe possono restare vive e dormienti, entro un’ampia gamma di temperature secondo la specie, prima di morire.

(Wikipedia)

Funghi come i lieviti hanno bisogno di umidità per sopravvivere e di zucchero per crescere. I globuli bianchi del nostro sistema immunitario sono capaci di sradicare i lieviti purché non stiano crescendo troppo rapidamente, e purché i globuli bianchi non siano immobilizzati o occupati a combattere qualcos’altro.

La dottoressa Clark ha scoperto che:

  • tutte le marche di pasta degli U.S.A. che ha testato contenevano muffe, incluse le marche salutistiche.
  • negli S.U. il pane conteneva muffe se era impacchettato in plastica
  • tutti i fiocchi di cereali che ha testato erano pieni di tossine di muffe (oltre che di solventi); le peggiori erano le varietà salutistiche più gettonate
  • i tè d’erbe in pacchetto sono ammuffiti e inquinati da solventi.
  • Ogni cereale o grano ha le proprie muffe; ogni frutto ha le sue; le piante di tè e caffè hanno le loro muffe, così come tute le erbe e i vegetali.

Tutto ciò che sia animale o vegetale può ammuffire. Ciò che vive riesce a tenere a bada l’attacco delle muffe. Ma dopo la morte comincia l’ammuffimento. Le prime sono le muffe; poi si mettono in azione i batteri. È questo processo a rendere biodegradabili gli organismi. È un fenomeno prezioso: elimina la sporcizia — in maniera raffinata.

Le muffe producono alcune delle più tossiche sostanze conosciute, chiamate micotossine. Un singolo, piccolo frutto o vegetale ammuffito può inquinare un’enorme partita di succo, di marmellata o altro prodotto. Le muffe sono vive e possono essere uccise con lo zapping, le micotossine no: devono essere detossificate dal vostro fegato.

Ma poiché le micotossine sono così estremamente velenose, una quantità minima può mettere fuori combattimento una parte del fegato per parecchi giorni!

L’aflatossina è la micotossina più comune.

Una forte dose di vitamina C aiuta il fegato a riprendersi rapidamente. Può anche aiutare a togliere l’aflatossina da un cibo, prima che questo venga consumato. Il fegato è un organo versatile. È in grado di rigenerarsi, ma non può farlo se delle muffe nel cibo bloccano la rigenerazione.

Diversi tipi di comuni tossine alimentari inibiscono anche il sistema immunitario, e specificamente quei globuli bianchi il cui compito è di mangiare e distruggere i virus.

La pratica di avvolgere i prodotti da forno nella plastica mantiene intrappolata l’umidità e fa partire il processo di ammuffimento

COME EVITARE O ELIMINARE FUNGHI E MUFFE:

ALIMENTI:

  • Evitate i prodotti impacchettati
    Se possibile cuoceteli dall’inizio. Se fate il pane in casa, aggiungete un po’ di vitamina C all’impasto: il vostro pane sarà a lungo libero da muffe (e lieviterà di più).
    Far bollire per molti minuti a una temperatura elevata o cuocere al forno uccide molte muffe
  • Per gli alimenti che non potete cuocere a temperature elevate, ad esempio frutta a guscio già arrostita o fresca, anzitutto sciacquatela in acqua (molta muffa viene già eliminata così). Poi coprite le noci o noccioline con acqua, aggiungete circa ¼ di cucchiaio da tè [misura americana: 1 cucchiaio da tè = 5 ml] di vitamina C in polvere (per 1 pinta [circa 500 g] di noci o nocciole) e mescolate. Lasciatela a mollo per 5 minuti. L’acqua penetra nelle noci portando con sé la vitamina C e le detossifica. Scolate e asciugate le noci in forno a calore basso.
  • Riso e pasta possono essere ripulite in parte con la cottura e in parte aggiungendo vitamina C prima o dopo la cottura
  • Per altri cibi, aggiungete vitamina C
  • Piselli secchi, fagioli e lenticchie: sciacquateli bene e poi aggiungete vitamina C all’acqua per cuocerli
  • Usate lo Zappicator per alimenti

SU DI VOI:

  • Assumete vitamina C
  • Usate le frequenze delle muffe (77, 88, 100, 126, 131, 177, 188, 232, 242, 277, 281, 288, 295 KHz)oppure comperate una scheda "program driver" contenenti queste frequenza da inserire nel vostro  zapper.
  • Usate l’argento colloidale, che ha effetti antifungini
  • Ripulite il fegato e i reni: cliccate qui per  Pulizia dei reni  e  Pulizia del fegato

Potete vedere il posto preferito dei funghi oppure continuare con i coloranti
 

Nota di Copyright– Passi tratti da “La cura di tutte le malattie”, scritto dalla Dr Hulda Clark

[La descrizione generica di funghi e muffe è tratta da Wikipedia, l’enciclopedia libera aperta a tutti e organizzazione senza fini di lucro]

 

Funghi e Muffe

I funghi sono organismi multicellulari come le piante e gli animali. Digeriscono il loro cibo esternamente, assorbendo entro le proprie cellule molecole nutrienti. Lieviti, muffe e miceti sono funghi. I funghi e i batteri sono i primari decompositori della materia organica.

Tutto ciò che è vegetale o animale può ammuffire.

Alcune muffe producono sostanze chimiche molto tossiche. Producono alcune delle più dannose tossine chimiche esistenti.

 L’AFLATOSSINA é una di queste. Raggiunge il fegato e semplicemente ne uccide delle parti. Dopo una bella dose di aflatossina, il fegato è indebolito per molto tempo – magari anche per anni. I casi di Epatite e di Cirrosi rivelano sempre la presenza di aflatossina. Le aflatossine precedono tutte le itterizie e bloccano la detossificazione dell’emoglobina nel fegato, così la bilirubina sale.

La terra è così piena di spore di muffe. Il vento può trasportare queste muffe in alto negli alberi, e perfino nella stratosfera. Le muffe non sono molto selettive. Hanno una loro preferenza per certe piante e condizioni. Ma le stesse muffe possono crescere su molte piante diverse. Ecco perché troviamo l’aflatossina, per esempio, non solo nei cereali, nel pane e nella pasta, ma anche nei semi a guscio, nello sciroppo d’acero, nel succo d’arancia, nell’aceto, nel vino, ecc. Dove non si trova? Non c’è nei latticini o nella frutta e verdura fresche, purché laviate la parte esterna. Non c’è nella carne, nelle uova e nel pesce. Non c’è nell’acqua. Non c’è nei chicchi di frumento accuratamente vagliati da cui siano stati rimossi i semi macchiati e avvizziti, prima di usarli per farne pane, cereali, pasta. Non c’è nei prodotti da forno comprati al panificio, lasciati aperti all’aria.

Tuttavia c’è anche una fonte interna al corpo per la produzione di Aflatossina.

Essa è prodotta dagli ASPERGILLUS e dai PENICILLIUM, anch’essi muffe.

L’Aspergillus ha bisogno di cobalto, cromo e nichel, mentre il Penicillium richiede rame.  Queste due muffe sono nel fegato perché vi hanno trovato parassiti morti, come un Fasciolopsis Buski morto o una Fasciola e li stanno divorando. E poi rilasciano Aflatossina nel fegato.

Parassiti morti e sangue in decomposizione invitano una classe speciale di batteri, i Clostridium, e classi speciali di funghi, Aspergillus, Penicillium, e muffe del sorgo. Questi lasciano dietro di sé rame, cromo, cobalto, nichel ogni volta che muore una generazione. Questi elementi sono ora in forma ossidata metallica. Ma nuovi funghi possono usarli, mentre sono tossici per i nostri enzimi.

Il fungo del marciume ad anello della patata produce una micotossina chiamata ZEARALENONE (zear). Essa interferisce con la riproduzione provocando femminilizzazione negli animali. Lo Zearalenone è detossificato dal corpo in benzene e infine in acido formico. Il marciume anulare della patata cresce nei resti morti del parassita Macracanthorhynchus: entrambi richiedono oro. Trovate zear sul popcorn, sulle patatine di mais e sul riso scuro e nelle macchie verdi e marrone di patate e patatine.

Le Muffe del SORGO causano emorragie, perdita di appetito, e incapacità a deglutire. Sono presenti in tutti i dolcificanti naturali. Crescono in molti dei nostri organi; ci danno minuscole "bolle di sangue" rosse, e forse sono responsabili degli ictus negli anziani.

L’ACIDO COGICO è una micotossina che vi impedisce di detossificare l’alcol metilico. Ciò porta al danno pancreatico, invita l’infestazione da trematode pancreatico, e tipicamente sfocia nel diabete. Si trova nelle bucce di patate. Si può anche trovare nel normale caffè.

La tossina T-2 è una muffa dei casi di ipertensione e malattie renali. È presente sui piselli e sui fagioli secchi. Può essere detossificata in 5 minuti aggiungendo vitamina C all'acqua in cui essi sono immersi.

Il nome scientifico del LIEVITO è "Saccharomyces Cerevisiae". È la varietà di pane e di alcol che è pericolosa nel cancro, non la varietà vaginale o della bocca. Il nostro sistema immunitario (globuli bianchi) è in grado di sradicare il lievito a condizione che non stia crescendo troppo in fretta. Il lievito produce marcatori tumorali chiamati CEA e AFP. E porta anche il RAS che è un oncovirus. Insieme con gli Stafilococchi non provoca dolore, ma ruba il vostro cibo (glucosio nel sangue) e dà estrema stanchezza, perdita di appetito e perdita di peso.
Per tenerlo a bada bisogna rimuovere il cromo, l’oro, il nichel e il cobalto.

COME EVITARE O RIMUOVERE FUNGHI E MUFFE:


SUL CIBO:

  • Usate lo Zappicator per alimenti e l’Ozonizzatore per rimuovere i funghi

SU DI VOI:

  • Prendete la Vitamina C
  • Usate le frequenze delle muffe (77, 88, 100, 126, 131, 177, 188, 232, 242, 277, 281, 288, 295 KHz).
  • Usate l’Argento Colloidale con i suoi effetti antimicotici
  • Ripulite fegato e reni: andate qui per Pulizia dei Reni e Pulizia del Fegato
  • Prendete enzimi digestivi dopo aver fatto lo Zapping
  • Bevete acqua ozonizzata
  • Per l’Aspergillus rimuovete cromo, cobalto, nichel da tutte le aree del fegato o da altri organi, se presenti. Prendete gocce-per-togliere Aflatossina da tutte le aree del fegato, se presente
  • Per il Penicillium rimuovete il rame da tutte le aree del fegato o da altri organi. Prendete gocce-per-togliere Aflatossina da tutte le aree del fegato interessate
  • Per l’Aflatossina rimuovete metalli pesanti, coloranti, Aflatossina e Bilirubina @ fegato e dal sangue con gocce omeografiche
  • Per il Lievito evitate di mangiare pane lievitato, zucchero e tutto ciò che fermenta (come ad esempio l’alcol), e rimuovete il cromo, l’oro, il nichel e il cobalto@ dagli organi interessati e dalla linfa. Prendete enzimi digestivi per rimuovere l’asparagina. Fate ogni giorno lo zapping all’area interessata, prendete IP6, da10 a 20 gocce in acqua 3 volte al giorno, più Inositolo, 1 cucchiaio da tè, 3 volte al giorno per 3 giorni. [1 cucchiaio da tè, tsp, misura americana = 5 mL, n.d.T.]

 

<?php echo JText::_( 'TPL_CLARK_DONATION' ); ?>

Donate

I nostri servizi sono svolti da volontari che offrono gratuitamente il loro tempo.
Sarebbe molto apprezzata una donazione minima di €3.00 o più per aiutarci a coprire le spese. Grazie!

TPL_CLARK_THUMB_UP